_____________________
GALLERIA
FOTOGRAFICA
galleria fotografica
_____________________
ALTIMETRIA

_____________________

DOWNLOAD
TRACCIA   GPS

istruzioni sull'utilizzo
della traccia GPS
_____________________
FOTO SATELLITARI



Sat.1


Sat.2


Sat.3


Sat.4


Sat.5


_____________________






PISTA CICLABILE VALLE SERIANA

Descrizione del percorso:
E’ la pista ciclabile regina, la più utilizzata per arrivare alle salite dei percorsi descritti nel sito. L’ho battezzata Bicistrada (la superstrada dei bikers) perché ci aiuta a raggiungere le località velocemente e in tutta sicurezza.

La comunità montana l'ha chiamata BiGiClo ed è ben segnalata lungo tutto il percorso con indicazioni chilometriche e pannelli informativi sulla flora e fauna tipica del fiume, non è difficile avvistare lungo il percorso conigli selvatici e ibis.

La pista ciclabile Valle Seriana dovrebbe partire da Bergamo ed arrivare a Clusone, in realtà parte da Ranica e in modo praticamente ininterrotto raggiunge Clusone dopo oltre 31 chilometri, tra Bergamo e Ranica ci sono piccoli tratti spezzati ed impantanati nel traffico.
Da Alzano fino al confine di Albino abbiamo due scelte di percorso rispettivamente a destra e sinistra della sponda orografica del fiume Serio, successivamente la via è unica con qualche possibile breve variante. Si attraversa il fiume Serio diverse volte su bellissimi ponti in legno nuovi o antichi ponti medievali in passato abbandonati perché troppo stretti per le auto ma ora ben recuperati per lo scopo.

E’ sempre bello percorrere la pista valle Seriana in inverno al ritorno da un bel giro quando il sole sta calando e nelle giornate terse ci regala bellissimi tramonti di fronte a noi riscaldandoci con i suoi ultimi raggi della giornata.

Altra chicca di questa pista ciclabile è che è illuminata nel tratto tra  Ranica e Albino, 10 Km illuminati molto utili quando siamo in ritardo la sera durante il ritorno e le tenebre ci avvolgono di soprassalto, alcuni tratti sono in via di ultimazione. 

Molto bello il parco del Serio di Alzano Lombardo e Villa di serio, collegati tra loro ti danno la possibilità di fare due pedalate con la famiglia su percorsi in circolo. Ci vado spesso con mia figlia sperando di infondergli un po di passione per le due ruote.

Il sogno che spero si possa realizzare presto è quello di creare una ciclabile che da Romano di Lombardia arrivi fino a Valbondione le tre ciclabili esistenti, ovvero la ciclabile valle seriana, la ciclovia alta valle Seriana e la ciclabile alto Serio, 80 chilometri circa.
Un sogno? .... vedremo.....

Raggiunto Clusone è possibile allungare il tragitto percorrendo la ciclovia dell'alta valle seriana fino a Valbondione ed altri 25 Km di sola andata.


Visualizza pista ciclabile valle seriana in una mappa di dimensioni maggiori

SCHEDA:
Distanza:
Dislivello:
Durata:
Difficoltà:
Ciclabilità
Fondo:

Percorribilità:
31,5 Km
290 metri
1 ora 30 min (solo andata).
bassa
100%
asfalto 20%, cemento 0%, sterrato 80%,
single track 0%
tutto l'anno

Indicazioni percorso

Percorrere la ciclabile della valle Seriana è molto semplice, tuttavia, nel primo tratto da ranica a Nembro a causa dell'alta densità di abitazioni e strade e della scarsa segnaletica, vi chiediamo di prestare attenzione alle indicazioni e foto segnaletiche di seguito riportate.

1) Ranica - Alzano Lombardo
La ciclabile parte da Ranica, in via Conciliazione dove si trova l'ononimo Parco pubblico e la fermata del tram leggero TEB che da Bergamo percorre la valle seriana fino ad Albino (fig.1). In zona ci sono diversi parcheggi se desiderate raggiungere il luogo in auto.
Inforcata la Bike, dalla stazione TEB
(fig.2) percorriamo il tratto ciclabile tra la ferrovia ed il parco pubblico (fig.3), raggiunta la strada svoltiamo a destra (fig.4), attraversiamo la strada sulle striscie (fig.5) e dopo il sottopasso andiamo a sisnistra ed attraversiamo ancora la strada con l'aiuto di un semaforo pedonale (fig.6).
Percorriamo un breve tratto di ciclabile e ritorniamo su strada dove andiamo a destra
(fig.7) per 10 metri e poi a sinistra (fig.8). Ora inizia il tratto  di ciclabile vero e proprio quasi completamente su sede propria.
Dopo circa 1 chilometro raggiungiamo il parco di Alzano Lombardo dove troviamo il bivio per il percorso principale A e secondario B
, i due percorsi corrono sui lati opposti del fiume Serio e si ricongiungono in una unica 7 chilometri più a monte presso il parco degli alpini di Pradalunga.

2A) Alzano - Pradalunga, variante A:
E' il percorso principale, che parte all'altezza del vecchio ponte pedonale sul fiume Serio ad Alzano, svoltiamo a destra (fig.10) ed attraversiamo il fime sul ponte pedonale, attraversiamo la strada su strisce pedonali, svoltiamo a destra e poi subito a sinistra mantenendo la via prinicpale che corre a destra del fiume Serio. Quando ci troviamo sotto un cavalcavia teniamo la sinistra (fig.11) (a destra parte la breve ciclabile della valle Gavania) ed arrivati a Nembro ad una serie di ponti andiamo a destra (fig.13) e passiamo sotto il ponte medievale, proseguiamo sempre diritti e dopo circa 2 chilometri arriviamo al parco di Pradalunga dove inizia il 3° tratto Pradalunga - Cene descritto più avanti. Il tratto è ben segnato da cartelli con tanto di distanze chilometriche.

2B) Alzano - Pradalunga, variante B:
Al ponte proseguiamo a sinsitra tenendo il fiume sulla nostra destra, passiamo a fianco del centro sportivo di Alzano Lombardo, proseguiamo su sterrato e, superato un sottopasso a senso unico alternato ed un altro tratto sterrato più avanti ci troviamo nei pressi della Esseluga di Nembro.

Proseguiamo sempre sulla pista in asfalto e, raggiunta la rotonda, saliamo a sinistra per 200 metri, attraversiamo la strada e prendiamo poi a destra tenendo la pista alta a sinistra.
Percorriamo questo tratto asfaltato fiancheggiando dei palazzi ed arrivati al termine, attraversiamo la strada, pedaliamo a fianco della roggia e dopo una serie di grate la attraversiamo, alla rotonda a destra e superati i binari del tram a sisnistra verso l'area sportiva.
Proseguiamo diritti e oltrepassato un sottopasso incontriamo il ponte di acciao e legno che attraversa il Serio in località Saletti, proseguiamo diritti. Facciamo un tratto di sterrato e poi attraversiamo su sentiero un prato, ora ci troviamo in una zona industriale, passiamo a fianco ad una ditta e poco dopo a fianco del sottopasso proseguiamo su ciclabile con alla destra una roggia. Raggiunto il ponte sul fiume Serio lo percorriamo ed arriviamo al parco Alpini di pradalunga dove ci congiungiamo con la ciclabile principale che porta ad Albino.

3) Pradalunga - Cene
Dal parco degli alpini di Pradalunga, dove si trovano anche le cascate di Nembro, raggiungere Cene è veramente semplice, a prova di errore, si prosegue sullo sterrato per circa 7 chilometri fino al parco pubblico di Cene, c'è un solo attraversamento strada dopo il ponte medievale di Albino. Prestate attenzione a 500 metri dal parco di Cene dove, raggiuna la zona dei prati parini, anziché proseguire diritti, svoltiamo a destra sul ponte che ci fa attraversare per l’ennesima volta il Serio e poi nuovamente a sinistra, dopo una lieve salita ed un altro ponte sul fiume arriviamo al parco pubblico di Cene dove si troviamo una fontanella per il rifornmento.


4) Cene - Colzate:
proseguiamo sullo sterrato nel parco pubblico di Cene fino alle transenne, oltre, per 300 metri circa, la pista si trova sulla strada poi, raggiunto un piccolo parco, la pista passa tra il fiume ed i giardini di alcune case.

Saliamo sulla rampa di asfalto ed attraversiamo la strada. In questo punto la pista prende due direzioni, noi svoltiamo a destra e percorriamo un tratto di strada che corre dietro la manifattura tessile. Dopo 1 km circa raggiungiamo una madonnina, sulla destra troviamo il nuovo tratto di sterrato che dopo un ponte ci fa raggirare il cimitero di Gazzaniga.
Ora la pista in asfalto corre a fianco del cotonificio Albini, dopo un sottopasso prendiamo i due ponti sulla destra e con un bel tratto sterrato ombreggiato si raggiunge dopo tre chilometri il ponte di colzate.
Passiamo sotto il ponte, attraversiamo la strada e teniamo alla rotonda la prima a destra che poco dopo ci immette su un altro tratto di sterrato.

5) Colzate - Clusone:
Proseguiamo diritti sullo sterrato in una area ombreggiata e isolata, passiamo sotto il ponte costone, e superiamo il "coston beach" (un'area dove la domenica si trova diversa gente a prendere la tintarella) e dopo 2 km arriviamo a Ponte Nossa.

Proseguiamo sempre diritti e dopo aver attraversato per l'ennesima volta il fiume Serio sulla sponda orografica sinistra una lieve e lunga salita ci porta sull'altopiano di Clusone, ( poco dopo il sottopasso ed un ponticello, quando la pista comincia a spianare, a sinistra si stacca la variante che porta alla Ciclovia ALTA valle Seriana ) si prosegue sempre diritti per altri 3 km circa affiancando la rotonda che porta a Clusone, proseguiamo diritti altri 300 metri poi a sinistra sotto il cavalcavia, dopo una curva a sinistra ed un tornante a destra percorriamo gli ultimi 400 metri e raggiungiamo il termine di quest stupenda ciclabile. Già che ci siamo un giretto in centro a Clusone è d'obbligo per prendere un cafè e poi tornare indietro, altri 31 Km ci aspettano !!..... ma in leggera discesa :-) ......

NOTA: La pista ciclabile della valleseriana può essere unita con la ciclovia della alta valle seriana per un totale di 52 Km.
______________________________________________________________
Guida ciclabile Val Seriana
 
guida ciclabile valle seriana
Trovate la guida della ciclabile val seriana presso gli uffici turistici della provincia e nei migliori negozi di bici della valle. 52 Km di ciclovia da Ranica a Valbondione

Potete sfogliare la giuda online QUA

Inserisci un tuo commento:

HTML Comment Box is loading comments...

Top page




_____________________
INDICAZIONI
FOTOGRAFICHE


fig.1 - parco di Ranica


fig.2 - fermata TEB


fig.3 - inizio ciclabile


fig.4


fig.5


fig.6


fig.7


fig.8


fig.9


fig.10


fig.11


fig.12


fig.13


fig.14


fig.15


fig.16


fig.17


fig.18


fig.19


fig.20


fig.21


fig.22


fig.23


fig.24


fig.25


fig.26


fig.27


fig.28


_____________________