___________________________
GALLERIA FOTOGRAFICA

galleria fotografica
___________________________
ALTIMETRIA
altimetria
___________________________

DOWNLOAD TRACCIA GPS PER GOOGLE EARTH

istruzioni sull'utilizzo
della traccia GPS
________________________
FOTO SATELLITARI
sat1

sat2

sat3

sat4

sat5
___________________________




MONTE BO

Un percorso a doppio anello sul monte Bo, tra la val Rossa e la Valle Asinina, salite asfaltate e discese su single track.


Descrizione del percorso:
Si parte da Ranica e percorsa la pista ciclabile Valle Seriana fino a cene, saliamo in direzione Valle Rossa, poi deviazione per il monte bo, salita su asfalto e discesa su single track e mulattiera.
Si ripercorre la salita per poi altro single track nella valle asinina.
Al ritorno , se si desidera, un percorso alternativo ci riporta al campo base di Ranica passando per il centro di Gazzaniga e la località Piazzo.



Visualizza Monte Bo in una mappa di dimensioni maggiori
 

Scheda:
Distanza:          42 Km
Dislivello:         700 metri

Durata:             3 ore
Difficoltà:         media
Ciclabilità:        95%
fondo:              asfalto 30%, cemento 10%, sterrato 40%, single track 20%
Percorribilità:   tutto l'anno

Indicazioni percorso:

Partenza dal campo base di Ranica, ci dirigiamo ad Alzano Lombardo verso la pista ciclabile Valle Seriana, la percorriamo fino a Cene (circa 13 km), attraversato il ponte di legno e raggiunto il parco giochi, usciamo dal parco e prendiamo la strada verso destra in salita (Fig.1).

Allo stop svoltiamo a sinistra (Fig.2) e dopo 100 metri prendiamo la strada a destra che porta in Val Rossa (fig.3) proseguiamo in salita per circa 1 chilometro fino all’incrocio con indicazioni Monte Bo, svoltiamo a sinistra (fig.4) e proseguiamo su via monte Bo. Manteniamo la strada principale, all’inizio la salita è medio-dura, poi diventa di pendenza media e , superato un quartiere di villette a schiera, proseguiamo diritti fino al termine della strada.

A questo punto prendiamo la scalinata che scende a destra (fig.5) e poi a sinistra sul sentiero, dopo 300 metri circa giriamo a destra nel sentiero 546 in discesa (fig.6). Il primo tratto è piuttosto tecnico con continui rilanci della pedalata e alcuni brevi tratti dove è necessario scendere, superata la valletta il sentiero si trasforma in mulattiera molto divertente e sassosa (come tutte le mulattiere…)

Raggiunto l’asfalto riprendiamo la salita fatta in precedenza (fig.7)e dopo 2 tornanti prendiamo la via Zeno Capitanio (fig.8).

Raggiunta una zona a prato abbiamo la possibilità di godere di una bel panorama della media valle seriana con Vertova, la chiesa di San Patrizio e dietro l’alpe Arera.

Poco più avanti imbocchiamo la cementata in discesa (fig.9) che non è altro che il sentiero 544 segnalato sul palo più in basso, continuiamo sempre in discesa fino a raggiungere il cancello di una casa, giriamo intorno al muro (fig.10) e scendiamo lungo il ripido sentiero che dopo alcuni tornanti ci porta vicini al fiume Serio. Fate attenzione alla casa al termine del sentiero, ci sono diversi cani sciolti non pericolosi ma è meglio passare piano e con prudenza. 

Proseguiamo sulla sterrata in riva al fiume e poco più avanti, raggiunto il ponte di legno, ci ritroviamo sulla pista ciclabile della valle seriana BiGiclo (fig.11).

Ora possiamo proseguire sulla via di ritorno seguendo la pista ciclabile Valle Seriana fino al campo base, oppure, se abbiamo tempo e voglia, seguire il percorso sotto descritto per fare un ritorno diverso dal solito passando per il centro di Gazzaniga, percorrere la zona di Bondo di Albino e la zona Piazzo.

Raggiunto il ponte, lo percorriamo e poco dopo ci troviamo al cimitero di Gazzaniga, attraversiamo il parcheggio ed imbocchiamo la strada di fronte al cimitero svoltando a sinistra in direzione Bergamo, superiamo una rotonda ed alla seconda svoltiamo a destra verso il centro, al termine della salita svoltiamo a destra e proseguiamo sempre diritti per circa tre chilometri, non scendere mai verso l'ex provinciale ma rimanete sempre alti fino a raggiungere il ponte di attraversamento in ferro, attraversiamo la SP35 sul ponte e scendiamo dalle scale (bici a spalla...).

Ci dirigiamo verso il ponte sul serio, lo attraversiamo e poco più avanti a destra imbocchiamo la pista ciclabile Valle Seriana che percorriamo per circa 5 Km fino all'isola dello Zio Bruno, zona riconoscibile per il viadotto che passa sopra la pista ciclabile, qui usciamo e percorriamo la strada fino al semaforo di Comenduno (fig.12), oltrepassiamo l’ex provinciale e prendiamo la prima salita a destra dove dopo 400 metri di salita ci porta nella zona alta di Comenduno, proseguiamo diritti su Via Fatebenefratelli, Via Bachelet e via Torquato Tasso fino allo stop.

Svoltiamo in discesa a sinistra in via Padre Leon Dehon, dopo 300 metri saliamo sulla sterrata a destra prima della recinzione e dopo aver scollinato attraversiamo due strade ed entriamo in via Trento, scendiamo per 500 metri per poi svoltare a destra in via Fratelli Cervi (fig.13). Prima di raggiungere delle case a schiera, imbocchiamo la stradina  dietro le case (via Piazzo) che ci conduce verso i boschi (fig.14).

Raggiunta una cascina, giriamo a destra in salita (fig.15), passiamo la sbarra e continuiamo diritti sulla sterrata, passiamo a fianco di una casa diroccata in mezzo al bosco e proseguiamo sul sentiero, dopo 400 metri raggiungiamo una sorgente con un laghetto e proseguiamo fino a raggiungere l’asfalto, continuiamo diritti in salita e allo stop saliamo a destra in via Piazzo, al secondo tornante prendiamo la sterrata a sinistra e raggiunto un gruppo di case, passiamo nel largo sentiero che passa in mezzo, proseguiamo in mezzo ad un campo e scendiamo nel single track che scende alla sinistra di una cascina ristrutturata. Si prosegue sul single track in discesa fino a raggiunger l'asfalto, proseguiamo in discesa e in breve raggiungiamo la località Gioldo di Nembro.
All’incrocio con la Madonnina giriamo a a destra fino a raggiungere via Torquato Tasso, allo stop proseguiamo diritti in controsenso (....) e poi a destra verso il vecchio ponte sul fiume Carso, superato il ponte scendiamo dai gradoni e percorriamo una stretta via pedonale che costeggia il torrente, proseguiamo a destra sulla strada in salita ed allo stop, svoltiamo a sinistra e prendiamo il viale del cimitero di Nembro. In fondo passiamo la catena e giriamo a destra, raggiunta la strada svoltiamo a sinistra e poco prima della rotonda a destra imbocchiamo la pista ciclabile Valle Seriana che ci porta velocemente al campo base di Ranica

Inserisci un tuo commento:

HTML Comment Box is loading comments...







___________________________
INDICAZIONI FOTOGRAFICHE

pic1
fig. 1

pic2
fig. 2

pic3
fig. 3

pic4
fig. 4

pic5
fig. 5

pic6
fig. 6

pic7
fig. 7

pic8
fig. 8

pic9
fig. 9

pic10
fig. 10

pic11
fig. 11

pic12
fig. 12

pic13
fig. 13

pic14
fig. 14

pic15
fig. 15

________________________