galleria fotografica
GALLERIA FOTOGRAFICA

altimetria
ALTIMETRIA

sat1
FOTO SATELLITARI

sat2

sat3

sat4

sat5



DOWNLOAD TRACCIA GPS PER GOOGLE EARTH:
(KML format)


note sulle tracce GPS



MONTE CROCE - RANZANICO

Questo percorso è tra i miei preferiti perché riunisce diverse caratteristiche in un solo giro; belle ed impegnative salite su asfalto, panorami mozzafiato, discese tecniche off road e zone sconosciute ai più. Anche la durata è giusta per l’uscita domenicale o mattutina.

Descrizione del percorso:

Un percorso molto variegato ideale per uscite in compagnia, il primo tratto sulla pista ciclabile ci servirà come riscaldamento, poi la salita di Val Rossa non eccessiva ci farà gustare questa splendida valle.

La salita per Monte Croce nel primo tratto dura diventa poi piacevole paesaggisticamente e per il fresco che ci regala l'altitudine, la discesa verso Ranzanico su asfalto rotto ci ricorda quanto sia bello avere una bici ammortizzata, il panorama sul lago di Endine è sempre piacevole in ogni stagione. Raggiunto Ranzanico si riprende a pedalare in salita dolce fino alla forcella della Val Rossa, il snetiero che ci aspetta è molto tecnico e divertente.

Il ritorno sulla Val Rossa e la pista ciclabile ci sciolgono i muscoli stanchi fino al campo base.

Scheda:
Distanza:          51 Km
Dislivello:         900 metri circa
Durata:             4 ore
Difficoltà:         media-alta
ciclabilità:        100%
fondo:              asfalto 40%, sterrato 35%, cemento 5%; single track 20%.
Percorribilità    tutto l’anno.

Indicazioni del percorso:

Partiamo dal  campo base di Via Zopfi a Ranica e prendiamo la pista ciclabile della valle Seriana. in direzione Clusone. Arrivati al parco giochi di Cene, dopo circa 13 chilometri, troviamo una fontanella per dissetarci e di fronte l’uscita del parco, usciamo e prendiamo la strada in salita a destra (fig.1), dopo pochi metri allo stop girare a sinistra (fig.2) e percorsi pochi metri in salita, allo scollinamento prendiamo la strada per la Val Rossa che sale a destra (fig.3).

Pedaliamo lungo la valle per circa 5 km, all’inizio la strada è piuttosto ripida ma dopo 1 km  diventa più dolce ed in un tratto è persino in lieve discesa.

A metà valle, percorsi circa 5 km, troviamo un ristorante sulla sinistra ed una strada con indicazioni Val Gandino – Leffe (fig.4), svoltiamo su questa strada e saliamo fino in cima dove si trova una cappella della madonna, poco dopo a destra parte la salita per Monte Croce.

Questa salita piuttosto ripida con punte del 18% (fig.5) ci farà faticare per una mezzoretta, raggiunte le prime case la strada si fa più dolce e dopo qualche centinaia di metri al bivio prendiamo la breve discesa a sinistra (fig.6).

La strada poco dopo riprende a salire ed attraversa il “centro” di Monte croce dove si trova un Bar ed una moderna chiesina. Questa zona è ricca di belle costruzioni, quando la Val Gandino era fiorente grazie alle mille aziende tessili, qui era il luogo di “riposo” degli imprenditori della zona.

Continuiamo a salire, superato l’abitato la strada sale dentro un bel bosco, superato un tornante dopo un po troviamo un’ incrocio di 4 strade, prendiamo quella a sinistra in salita (fig7) (ancora!).

Si sale per poche centinaia di metri, poi si scende un una sella molto caratteristica per poi di nuovo salire (fig.8).

Ora la strada diventa sterrata e dopo qualche metro, costeggiamo un recinto fino a poter oltrepassarlo entrando in una proprietà privata per prendere la strada dall’altra parte della montagna, via Cadorna (fig.9).
( NDR: non ho trovato un’altra via per ora….appena la trovo aggiornerò la pagina….).

Scendiamo a tutta birra ed ogni tanto ci fermiamo ad ammirare il panorama molto bello che si ha del lago di Endine ed i monti sovrastanti.

Arrivati quasi in fondo alla discesa proseguiamo verso il paese di Ranzanico nella strada pedonale che troviamo di fronte.

Attraversiamo piano il paese e poi prendiamo di nuovo la salita che ci porta a Bianzano, anche qui possiamo attraversare il paese molto suggestivo con il castello annesso (fig.10).

Continuiamo a salire e superato il tornante ci troviamo alla forcella di Val Rossa dove si trova il ristorante “La forcella”.

Appena riprendiamo la discesa, entriamo nel piazzale sterrato a sinistra (attenti alle auto) dove sul fondo troviamo il sentiero (fig.11). Percorsi pochi metri, troviamo una ripida discesa in cemento, superato questo tratto ora il sentiero diventa docile e tecnico in mezzo ad un bel bosco di castagni, molto bello da percorrere a tutta!

Continuiamo a scendere e superati due tornanti il sentiero diventa una carrareccia fino a raggiungere la strada asfaltata, giriamo a sinistra in discesa e dopo 50 metri ci ritroviamo allo svincolo per leffe fatto un paio di ora prima (foto). Ripercorriamo velocemente la strada in discesa in direzione Cene che raggiungiamo dopo circa 5 chilometri.

Arrivati allo stop ripercorriamo la strada a ritroso girando a sinistra e dopo la curva a destra giriamo sulla strada a destra. Percorsio 200 metri a sinistra ci troviamo nel parco della pista ciclabile della Valle Seriana a Cene.

Giriamo a sinistra e ripercorriamo la “superstrada delle bici” per 13 km fino a raggiungere Ranica ed il campo base.
 
Consigli:

Molto suggestivo è percorrere quasto itineriario in inverno, essendo per la quasi totalità su asfalto e sterrato, si può percorrere anche in caso di neve.
 


Inserisci un tuo commento:

HTML Comment Box is loading comments...







pic1
fig. 1

pic2
fig. 2

pic3
fig. 3

pic4
fig. 4

pic6
fig. 5

pic6
fig. 6

pic7
fig. 7

pic8
fig. 8

pic9
fig. 9

pic10
fig. 10
pic11
fig. 11