___________________________
GALLERIA FOTOGRAFICA

galleria fotografica
___________________________
ALTIMETRIA
altimetria
___________________________

DOWNLOAD TRACCIA GPS PER GOOGLE EARTH

istruzioni sull'utilizzo
della traccia GPS
________________________
FOTO SATELLITARI
sat1

sat2

sat3

sat4
___________________________



VAL CAPLA - MONTE BASTIA - SENTIERO CARREZZOLA


Un breve tragitto tecnico nei pressi di Villa di Serio, a tre chilometri da Bergamo, ottimo per una uscita breve, serale o per allenamenti con la possibilità di unirla ad altri percorsi.


Descrizione del percorso:
un breve tratto su asfalto per spostarci dal campo base a Villa di Serio, poi una salita impegnativa ma breve su carrareccia ci porta in cima alla collina di Villa-Scanzo. Il tragitto verso monte bastia è un continuo saliscendi che richiede un pò di gestione delle energie per poter restare in sella, alla fine troviamo una chiesina ed una bella vista su Bergamo e città alta, .
Al ritorno si imbocca il sentiero della carrezzola, ottimo tratto come palestra iniziale per prendere confidenza con la nostra compagna di viaggi è una discesa  variegata, veloce e sempre in sella (tranne un brevissimo tratto).


Visualizza Val capla-monte bastia-carrezzola in una mappa di dimensioni maggiori
 

Scheda:
Distanza:          10 Km
Dislivello:         200 metri

Durata:             1,5 ore
Difficoltà:         media
Ciclabilità:        100%
fondo:              asfalto 30%, cemento 0%, sterrato 40%, single track 30%
Percorribilità:   tutto l'anno

Indicazioni percorso:

Partiamo dal campo base di Ranica e ci dirigiamo verso alzano Lombardo, raggiunta la rotonda, proseguiamo diritti in località cave, al termine della discesa, alla rotonda, imbocchiamo la prima uscita ed allo stop, prendiamo la pista ciclabile a sinistra e ci dirigiamo sul ponte del fiume serio, sempre su pista ciclabile, scavalchiamo la superstrada SP35 e fatto un tornante di 360° superiamo il sottopasso, ora giriamo a destra ed usciamo dalla pista ciclabile proseguendo su un tratto su strada trafficata. Al semaforo sempre diritti e raggiunto un parco giochi, giriamo a destra (fig.1), dopo 100 metri, imbocchiamo la stradina a sinistra (fig.2)che subito dopo diventa sterrata ed in salita (fig.3).

Proseguiamo sempre diritti e superiamo due tornanti, al secondo passiamo a fianco di un a “casella” (fig.4), superiamo la sbarra e dopo l’ultima fatica su fondo cementato raggiungiamo un incrocio, svoltiamo a destra (fig.5)e dopo diversi saliscendi raggiungiamo il mote bastia e la sua chiesina (fig.6 fig.7).

Nelle domeniche d’estate c’è anche un chiosco dove cucinano carne alla brace ed altro.

Ora torniamo indietro sui nostri passi fino all’incrocio fatto in precedenza per poi proseguire diritti (fig.8). Dopo 300 metri circa c’è un bivio, se teniamo la destra rimaniamo sulla carrareccia, a sinistra si va su sentiero, entrambi alla fine si incontrano alla forcella del cagnolo, dove ha inizio la discesa del sentiero carrezzola, alla nostra sinistra (fig.9 fig.10).

Scendiamo lungo in sentiero 509 della carrezzola (fig.11) che ci permette di restare sempre in sella con bei salti non esagerati ma che comunque richiede un po di manico. Facciamo attenzione, in certi periodi c’è molta gente, cerchiamo di essere sempre educati e cortesi con i pedoni che hanno sempre la precedenza.

Al termine del sentiero, dopo un tratto a gradoni, ci troviamo sulla strada asfaltata, svoltiamo a destra (fig.12) e al successivo stop a sinistra. Raggiunto un altro stop, ci ritroviamo al parco incontrato all’andata. Svoltiamo a destra e ripercorriamo la strada dell’andata fino al superamento del fiume serio, oltrepassato il fiume, svoltiamo a sinistra in Via Guglielmo d'Alzano, dopo il ponte sul torrente Nesa, raggiunta la chesina di San Dionisio di Ranica, svoltiamo a destra e subito ancora a destra in via Viandasso, raggiunto il semaforo ci ritroviamo al campo base di Ranica.

 

Informazioni sulla chiesa di monte bastia:

Eretta sulla cima della collina di Scanzo e dedicata agli alpini, il monte bastia, detto anche monte delle tre croci, fu luogo della rocca dove si rifugiarono gli abitanti del borgo a valle quando arrivò l'invasione dei barbari nel quinto secolo.

Inserisci un tuo commento:

HTML Comment Box is loading comments...







___________________________
INDICAZIONI FOTOGRAFICHE

pic1
fig. 1

pic2
fig. 2

pic3
fig. 3

pic4
fig. 4

pic5
fig. 5

pic6
fig. 6

pic7
fig. 7

pic8
fig. 8

pic9
fig. 9

pic10
fig. 10

pic11
fig. 11

pic12
fig. 12
________________________