____________________
GALLERIA
FOTOGRAFICA
galleria fotografica
____________________
ALTIMETRIA

____________________
TRACCIA GPS
traccia GPS

download traccia GPS

istruzioni sull'utilizzo
della traccia GPS
____________________
ROADBOOK FOTOGRAFICO
roadbook fotografico
istruzioni sull'utilizzo
roadbook fotografico
____________________
FOTO SATELLITARI


Sat.1


Sat.2


Sat.3


Sat.4


Sat.5
____________________





MONTE FARNO – SAN LUCIO

Percorso ad anello che circumnaviga il pizzo Formico,
molto tecnico e faticoso ma entusiasmante.

Descrizione del percorso:
Un bel percorso con partenza ed arrivo da Ponte Nossa, un breve riscaldamento di 4 km circa e la salita piuttosto dura verso il Monte Farno, terminato l’ultimo tratto di cemento ripido troviamo un tratto con cambi di pendenze continue molto bello da percorrere a tutta su questo splendido altipiano a 1200m slm. La discesa è una delle migliori tra quelle proposte nel sito, molto tecnica e variegata passa dal single track in mezzo al bosco a toboga sassosi, discese in mezzo ai campi e sterrato su forestale. E’ un percorso che ci invita a fermarci per godere del panorama e fare qualche foto, è anche un bell’allenamento per le gambe e braccia perché il percorso non da mai tregua, è sempre tecnico ma non pericoloso. Se si desidera si può partire dal campo base di Ranica, mettendo in conto altri 40Km e 1,5 ore in più utilizzando la pista ciclabile Valle Seriana come via di trasferimento.

Sentieri percorsi: 545, 508.


Visualizza Monte Farno - San Lucio in una mappa di dimensioni maggiori

SCHEDA:
Distanza:
Altitudine:
Dislivello:
Durata:
Difficoltà:
Tecnica:
Ciclabilità
Fondo:
Percorribilità:
Sentieri:
33 Km
min: 400, max: 1463
1100 metri
3,5 ore.
alta
elevata
95%
asfalto 30%, cemento 10%, sterrato 30%, s.track 30%
Marzo-Novembre
545, 508.

Indicazioni  percorso:

Partenza da Ponte Nossa, 25 Km da Bergamo, per come raggiungere la zona, vedi la sezione come arrivare, consiglio di parcheggiare l’auto nell’area stazione degli Autobus che si trova a destra della SP35 appena raggiunto l’abitato. Attenzione! non tutti i parcheggi sono gratuiti, andate in fondo al parcheggio per trovare parcheggi “bianchi” (foto).
Altri parcheggi li trovate superata la rimessa degli autobus a destra dopo il ponte.
Subito dietro, tra il parcheggio ed il fiume, passa la pista ciclabile Valle Seriana
(fig.1), la imbocchiamo in direzione Bergamo seguendo il corso del fiume, in leggera discesa, passiamo sotto il ponte del costone e dopo circa 4 Km arriviamo alla rotonda di Colzate, svoltiamo a sinistra ed al semaforo ritorniamo indietro a sinistra su per la valle per 300 metri circa (fig.2). Alla rotonda prendiamo la prima uscita in direzione Casnigo (fig.3), saliamo lungo la strada che porta al paese e superati quattro tornanti giriamo a sinistra in direzione del centro (fig.4) proseguendo sulla strada a destra in salita (fig.5) 

Arrivati ad una piccola rotonda (fig.6), svoltiamo a destra e proseguiamo diritti per un paio di chilometri in direzione Cazzano S. Andrea, nel primo tratto siamo in controsenso quindi procedete con attenzione. Ci dirigiamo verso il centro di Cazzano (fig.7) e superato il paese, allo stop, svoltiamo a sinistra (fig.8) in direzione Gandino e dopo 500 metri ancora a sinistra (fig.9) e poi a destra (fig.10). Quando ci troviamo sotto il paese di gandino, alla rotonda svoltiamo a sinistra in direzione Barzizza (fig.11), proseguiamo e NON seguiamo le indicazioni per il monte Farno ma ci dirigiamo verso il centro di Barzizza.

Raggiunta una strettoia in mezzo a vecchie case svoltiamo a destra (fig.12) e dopo la chiesina andiamo a sinistra (fig.13) dove percorreremo la vecchia mulattiera per il Farno. Se invece svoltiamo a destra saliamo sempre al Farno ma tramite la strada asfaltata con pendenze più “dolci”….
Proseguiamo in salita, superiamo una chiesina
(fig.14) e più avanti svoltiamo a destra  (fig.15), poco più avanti la cementata diventa sterrata fino alle prossime case, continuiamo in salita ed al bivio cementato a sinistra. Raggiunto l’asfalto giriamo a sinistra e dopo 4 tornanti raggiungiamo rispettivamente la ex colonia, la chiesa di san Giovanni ed il rifugio Farno. Ora la salita si fa tosta per circa 600 metri con pendenze elevate su cemento.
Raggiunto il culmine, proseguiamo sulla carrareccia che ci dona un bel panorama dell’altipiano, dopo circa 2 Km di lievi saliscendi poco dopo lo svincolo per il rifugio parafulmine, saliamo sul single track che si stacca a sinistra
(fig.16) fino alla sella della capanna Ilaria di fronte a noi. Dall’altra parte si ha una bella vista sull’altopiano di Clusone, della Presolana e a destra troviamo il sentiero che scende verso San Lucio (fig.17). Nel primo tratto è un sentiero nei boschi bello largo, poi diventa un po sassoso (foto). Arrivati alla località pianone proseguiamo seguendo il sentiero in mezzo a i prati per poi allacciarci ad una sterrata (fig.18)
Manteniamo sempre la discesa fino a raggiungere un bivio dove svoltiamo a destra (fig.19) e dopo 500 metri raggiungiamo il famoso rifugio di San Lucio dove è possibile fare fotografie su tutto l’altipiano di Clusone. 
Torniamo indietro fino alla sbarra e prendiamo la mulattiera che scende a valle (fig.20), passiamo a fianco di una casa (fig.21) ed all'incrocio di sentieri proseguiamo diritti (fig.22), al successivo incrocio svoltiamo a destra (fig.23) e più avanti, oltrepassato un ponticello (fig.24), ci allacciamo alla sterrata carrozzabile che porta al rifugio san Lucio. Scendiamo velocemente lungo la sterrata fino all’altipiano di Clusone in località Fiorine.
Quando la strada è diventata quasi pianeggiante, svoltiamo a sinistra nel sentiero dell’altipiano di Clusone
(fig.25) più avanti a destra (fig.26) e poi a sinistra due volte (fig.27) (fig.28) fino a raggiungere la pista ciclabile Clusone-Alzano Ldo (fig.29). Ora non ci resta che proseguire sulla pista ciclabile in direzione Bergamo per circa 5 km fino a raggiungere il punto di partenza di Ponte Nossa.    

Una possibilità è quella di eseguire il percorso partendo dal campo base di Ranica, percorrere la pista ciclabile della valle Seriana fino a Colzate e poi seguire il percorso descritto, al ritorno medesima via della valle Seriana fino a Ranica, in questo caso si aggiungono 40 km di sterrato e circa 1,5 ore in più.
  

Vedi articolo “Monte farno con la neve” qui.
____________________________________________________________________
Info rifugio San Lucio:
http://www.rifugiosanlucio.it/
Panoramica dal rifugio San Lucio (foto)

Info Ponte Nossa e madonna del coccodrillo.
http://www.nonsololink.com/modules.php?name=News&file=article&sid=185 http://www.valseriana.bg.it/i-paesi-dellalta-valle/
Ponte%20Nossa/parrocchia-s-maria-annunciata


Una leggenda metropolitana vuole che il coccodrillo fosse stato lasciato nel fiume da un nobile che al ritorno da un viaggio in Africa se ne era sbarazzato una volta cresciuto, fu poi catturato dopo aver mangiato diverse persone nel fiume, incapaci di difendersi perché non conoscevano i coccodrilli.

Una barzelletta invece racconta del coccodrillo che risalendo il fiume serio mangiava tutte le vergini del paese, arrivato a Ponte Nossa, morì di fame...

Buona Pedalata a tutti!!

Inserisci un tuo commento:

HTML Comment Box is loading comments...



Top page


____________________
INDICAZIONI
FOTOGRAFICHE


fig.1


fig.2


fig.3


fig.4


fig.5


fig.6


fig.7


fig.8


fig.9


fig.10


fig.11


fig.12


fig.13


fig.14


fig.15


fig.16


fig.17


VEDI LE ALTRE FOTO

____________________