____________________
GALLERIA
FOTOGRAFICA
galleria fotografica
____________________
ALTIMETRIA

____________________
TRACCIA GPS
traccia GPS

download traccia GPS

istruzioni sull'utilizzo
della traccia GPS
____________________
FOTO SATELLITARI


Sat.1


Sat.2


Sat.3


Sat.4


Sat.5
____________________






"Anche se il mondo finisse domani, non esiterei a piantare un seme oggi"

MONTEISOLA

PEDALARE TRA TERRA, ARIA E ACQUA.
Il percorso proposto si svolge a Montisola, sul lago di Iseo in provincia di Brescia, ci farà fare il giro completo dell’isola con tre brevi anelli e nel finale la scalata della cima dandoci la possibilità di esplorare l’intera isola.

Descrizione del percorso:
Come inizio si effettua il periplo dell'isola con tre brevi deviazioni ad anello per scoprire gli angoli più nascosti dell'isola. Per ultimo la salita alla madonna del Ceriola e single track al ritorno.
Evitando la salita al santuario il percorso diventa una passeggiata in bicicletta da fare con tutta la famiglia o con amici non proprio allenati.

Sentieri percorsi: 1,2,3


Visualizza Monte Isola in una mappa di dimensioni maggiori

SCHEDA:
Distanza:
Altitudine:
Dislivello:
Durata:
Difficoltà:
Tecnica:
Ciclabilità
Fondo:
Percorribilità:
Sentieri:
20 Km
min: 182; max: 556
650metri
2 ore
bassa
medio-bassa
salita 100%, discesa 97%
asfalto 50%, cemento 10%, sterrato 10%, s.track 30%
tutto l'anno.
1,2,3

Indicazioni  percorso:

Montisola si trova al centro del lago di Iseo ed è la maggiore isola lacustre d’Europa, è un luogo turisticamente frequentato ma ha mantenuto la semplicità e la bellezza di luogo di pescatori lacustri.
Sull’isola non ci sono automobili, solo qualche furgone da lavoro, piccoli autobus e tanti scooters cosi che si può pedalare con relativa tranquillità e sicurezza.

Dal paese di Sulzano, prendiamo il traghetto che collega la terraferma con l’isola su cui è consentito caricare la nostra bici. Dopo 10 minuti di navigazione siamo a Peschiera Maraglio, paesino che si affaccia direttamente sul lago.
Cominciamo a fare il periplo dell’isola in senso antiorario costeggiando il lago fino a Carzano, attraversiamo i caratteristici vicoli e dopo il cimitero prendiamo la strada in salita a sinistra che ci porta alla frazione di Novale. Passiamo in mezzo al gruppo di case tra vicoli e sottopassi e scendiamo dalla parte opposta su strada lastricata arrivando di nuovo nel paese di Carzano e proseguire con il giro dell’isola.

Ora la strada sale leggermente di quota fino al paese di Siviano, 100 metri dopo le scuole scendiamo a destra lungo una mulattiera cementata, al termine svoltiamo a destra e ci dirigiamo verso il porto di Siviano dopodiché saliamo dalla strada che si trova di fronte al porto che ci riporta sui nostri passi prima delle scuole.
Continuiamo sulla strada principale e appena superato il paese di Menzino facciamo il terzo giro ad anello salendo a sinistra sulla mulattiera che ci porta ai piedi della rocca Martinengo e ritorniamo sulla strada scendendo da un veloce sentiero che troviamo superata la rocca a sinistra.
Durante la nostra escursione non è difficile incontrare donne sedute in giardino impegnate a realizzare reti a mano, infatti, grazie all’esperienza maturata nella realizzazione di reti da pesca, è nata una florida attività di produzione di reti da calcio, pallacanestro e pallavolo apprezzate e vendute in tutto il mondo.

Dopo una lieve discesa ci dirigiamo a Sensole, proseguiamo diritti costeggiando il lago e completiamo il giro dell’isola raggiungendo nuovamente Peschiera.
Al termine del paese svoltiamo a sinistra in salita, la passeggiata è finita, ora facciamo un po di vera montain bike salendo verso la cima dell’isola per raggiungere il santuario della Madonna della Ceriola. Si sale per circa 3 chilometri fino a raggiungere il paese di Cure per poi proseguire sulla salita in pietra e cemento con pendenze elevate fino al santuario, la fatica viene alleviata dalla stupenda vista del gruppo dell’Adamello che fa da sfondo alle montagne della valle Camonica.

Arrivati sulla cima troviamo il santuario arroccato su uno sperone di roccia ed una vista a 360°, da qui possiamo osservare i luoghi dove si svolgono due importanti gare di mtb nazionali, a nord il monte Guglielmo dove ha luogo la Rampigolem ed a est il monte Mafa ed Iseo, terreno di scontro della mitica Gimondibike che si svolge a Settembre.
Ogni 5 anni la statua della madonna del santuario viene portata a rotazione i uno dei paesi dell’isola con una solenne festa e addobbando il paese ospite con migliaia di fiori di carta.

Ritorniamo sui nostri passi per qualche decina di metri e giriamo nel sentiero a sinistra per raggiungere l’altro lato dello sperone e scendere percorrendo un’ampia mulattiera. Raggiunta nuovamente la frazione di Cure svoltiamo a sinistra, per un tratto la discesa è bella ampia, poi diventa un sentiero abbastanza tecnico e verso la fine bisogna scendere dalla sella per superare alcuni brevi salti.
Al termine raggiungiamo nuovamente Peschiera, scendiamo verso il lungolago e attendiamo il traghetto che ci riporterà sulla terraferma.


buon divertimento!
__________________________________________________________________
Articolo pubblicato su MTB MAGAZINE del Marzo 2011

monteisola mtb magazine
leggi l'articolo in PDF QUI
__________________________________________________________________
Consigli utili: 
Il percorso si può effettuare in qualsiasi stagione dell’anno, da evitare i periodi di piena turistica come Agosto o le domeniche estive.
Breve e non particolarmente impegnativo il tour andrà sicuramente oltre le due ore segnalate, fermarsi ad ammirare i panorami e fare qualche foto ricordo è irrinunciabile.
__________________________________________________________________
info:
Portale di monte Isola:
http://www.tuttomonteisola.it/

Info monteisola:
http://it.wikipedia.org/wiki/Monte_Isola

Santuario madonna della Ceriola:
http://www.omaggioamontisola.it/madonnadellaceriola.html

aa
Inserisci un tuo commento:

HTML Comment Box is loading comments...

Top page




____________________


____________________