____________________
GALLERIA
FOTOGRAFICA
galleria fotografica
____________________
ALTIMETRIA

____________________
TRACCIA GPS
traccia GPS

download traccia GPS

istruzioni sull'utilizzo
della traccia GPS
____________________
ROADBOOK FOTOGRAFICO
roadbook fotografico
istruzioni sull'utilizzo
roadbook fotografico
____________________
FOTO SATELLITARI


Sat.1


Sat.2


Sat.3


Sat.4


Sat.5
____________________





TOUR IN VALGANDINO

Un lungo percorso che cavalca un anfiteatro montano in quota sopra i 1200 metri in mezzo a baite, pascoli e rifugi girando intorno alle “cinque terre” dalla valle Gandino.

Descrizione del percorso:
Valgandino è una valle laterale della valle Seriana, un piccolo altipiano circondato da un anfiteatro di montagne, è sulla cima di questo semicerchio che si svolge la parte più bella del percorso rimanendo in quota al di sopra dei 1200m.
Dopo 17 Km di pista ciclabile della valle Seriana, ci dirigiamo in Valgandino e dopo una salita sempre più ripida arriviamo al paese di Gandino, qui inizia la dura salita verso il Farno per raggiunge il culmine dopo 11 Km. Da questa posizione parte il tratto più interessante del percorso cavalcando l’anfiteatro naturale che circonda tutta la valle passando per il rifugio parafulmine, il campo d’avene, malga lunga e monticelli. Ultima tappa prima del ritorno è la madonna del monte pizzo.

Sentieri percorsi: 549, 545, 547.


Visualizza Tour Valgandino in una mappa di dimensioni maggiori

SCHEDA:
Distanza:
Altitudine:
Dislivello:
Durata:
Difficoltà:
Tecnica:
Ciclabilità
Fondo:
Percorribilità:
Sentieri:
72 Km
min: 280, max: 1481
1500 metri
5 ore.
alta
media
97%
asfalto 30%, cemento 10%, sterrato 30%, s.track 30%
Marzo-Novembre
549, 545, 547

Indicazioni  percorso:

L’inverno precedente a questo tour ho consultato cartine, google earth ed altre fonti per pianificare il più possibile il percorso e finalmente, in una calda giornata di Agosto si parte per questa piccola avventura tanto attesa. Dopo aver “disegnato” sul goole earth il percorso, converto la traccia e la carico sul navigatore e monto il GPS sul manubrio così sicuramente non sbaglierò strada.

Partenza dal campo base di Ranica, si prende la pista ciclabile della valle Seriana e la si percorre fino a Fiorano al Serio. Superato il cimitero e il lungo muro della filatura Tessival, prima del sottopasso, svoltiamo a sinistra e ci allacciamo alla strada svoltando a destra, superiamo il cavalcavia della superstrada ed allo stop saliamo a destra seguendo le indicazioni per Gandino.
La strada è l’ideale come riscaldamento, si percorrono 4 chilometri con una pendenza man mano sempre più impegnativa, quando la strada curva a sinistra con di fronte il distributore di benzina, prendiamo la strada che prosegue diritta e più avanti a sinistra seguiamo le indicazioni del centro. Dopo un tratto di porfido a senso unico ci troviamo nella piazza del comune dove si trova una fontana.
     

Un caffè veloce per poi prendere la discesa alla sinistra del palazzo comunale passando sotto un portico e dopo 200 mt alla rotatoria a destra in direzione di Barzizza - monte Farno.
La salita è subito dura, più avanti non seguiamo le indicazioni di svoltare a destra per il monte Farno ma proseguiamo diritti fino al paese, raggiunto il centro svoltiamo a destra
(fig.1) verso la chiesina poi a destra seguendo l’indicazione Monte Farno (fig.2).
Dopo 3 Km ci troviamo ad un tornante, a valle possiamo vedere sotto di noi una fantastica discesa su pietraia bella da fare in stile downill
(fig.3) ma oggi i progetti sono diversi, dobbiamo proseguire in salita sull’asfalto e sudare ancora un po. La salita ora diventa più dolce ed arrivati alle antenne riprende pendenza.
Superiamo l’area di partenza per parapendii e raggiungiamo la ex colonia e la chiesa di S. Maria assunta, luogo di partenza per tante escursioni a piedi. Continuiamo a pedalare e superato il rifugio Farno una salita cementata ci fà sudare ancora un attimo ma veniamo subito ripagati dalla vista che ci si presenta subito dopo, da qua e per qualche ora saremo noi, la bici e la natura.
   
 
Si prosegue lungo l’ampia valle del Farno su una sterrata dove tra alpeggi, pozze d’acqua ed inghiottitoi, troviamo a sinistra il pizzo formico e a destra il rifugio parafulmine, quando ci troviamo all’altezza di una casa ristrutturata a sinistra, svoltiamo a destra (fig.4) e proseguiamo sullo sterrato in salita che dopo 3 tornanti ci conduce al punto più alto dell’intero percorso, sono 1525 metri del rifugio parafulmine.
Una sosta e poi si scende dal lato opposto, più avanti teniamo lievemente la sinistra e raggiungiamo la sella della croce dei morti dove si trova anche uno stagno
(fig.5).
Scendiamo lungo il single track a destra con le indicazioni per il Campo d’avene
(fig.6). In questo tratto, a valle, si possono osservare dei caratteristici fenomeni di erosione.
Dopo alcuni pa
ssaggi impegnativi che ci obbligano a scendere di sella, ci troviamo nello spiazzo d’erba del campo d’avene, lo attraversiamo e giriamo intorno alla baita (fig.7) fino ad incontrare la sterrata bianca (fig.8) che percorriamo per 5 km circa fino a raggiungere il rifugio Malga lunga.
 
Una sosta per rifocillarci, due foto al lago di Iseo visibile dal rifugio e via, proseguiamo sulla carrareccia. Raggiunta una selletta, manteniamo la sterrata in discesa a sinistra (fig.9), questo tratto con diversi saliscendi da percorrere a tutta, ci offre bellissimi scorci sul lago di Iseo e di Endine. Raggiunta la località Monticelli, crocevia di 3 sentieri, prendiamo la sterrata a sinistra (fig.10) fino a che, superato uno spiazzo saliamo a destra, in direzione Madonna del Pizzo (fig.11), dopo 1 chilometro raggiungiamo questo bellissimo luogo dedicato alla Madonna con un bel colpo d’occhio su tutta la val Gandino (fig.12).
 
Ritorniamo sui nostri passi fino all’incrocio fatto precedentemente, svoltiamo a destra e scendiamo sulla cementata, superati diversi tornanti in cemento e asfalto, dopo aver superato la chiesina di san rocco, si raggiunge il paese de Peja.
Alle prime abitazioni, dopo una curva a destra, anzichè seguire la strada che svolta a sinistra, proseguiamo diritti in una via stretta in mezzo alle case, dopo una discesa ripida, attraversiamo la strada e ci immettiamo nella mulattiera che troviamo di fronte a noi, la discesa molto tecnica ci porta a valle velocemente e raggiunta una antica chiesa, continuiamo sempre sulla discesa asfaltata di fronte a noi
(fig.13).
Raggiunta la strada a valle, svoltiamo a sinistra e alla rotonda imbocchiamo la salita a destra. Raggiunto l’incrocio ci troviamo sulla strada percorsa all’andata verso Gandino, a questo punto non ci resta che percorrerla in discesa , ripercorrere la pista ciclabile Valle Seriana e raggiungere il punto di partenza.

Consigli:
Percorso all mountain che richiede una discreta preparazione ed attrezzatura, il tempo può cambiare rapidamente. Consigliata la sacca idrica da 2 litri, non ci sono sorgive e potremo fare rifornimenti solo presso i due rifugi durante il precorso, nella parte centrale rimanere senz’acqua è un errore che si paga.

Alternativa partendo da Gazzaniga:
possiamo evitare qualche chilometro di trasferimento sulla pista ciclabile partendo da Gazzaniga anziché da Ranica, vicino alla stazione autolinee troviamo un ampio parcheggio dove parcheggiare l’auto e partire, così facendo risparmiamo 35 km e 1 ora e mezzo circa di percorso.
Attenzione il parchegio non è utilizzabile al sabato mattina perché si svolge il mercato.
 
 ___________________________________________________________________
Articolo pubblicato su MTB MAGAZINE nell' Agosto 2010
articolo valgandino
vedi l'articolo in PDF QUI
___________________________________________________________________
Vedi l'articolo Monte farno con la neve qui.
____________________________________________________________________
LINKS:
Link gandino 5 terre:
Negli ultimi anni gli enti locali stanno cercando di rilanciare turisticamente la zona per far fronte in parte alla crisi del tessile che ha colpito duramente la zona, ecco che nasce l’idea delle 5 terre della valle gandino e tante altre iniziative turistiche per la valle.
 http://lecinqueterredellavalgandino.it/

Link parapendio monte Farno:
http://www.parapendiomontefarno.it/

Link rifugio parafulmine:
http://www.rifugioparafulmine.com/

Luuuuunga Pedalata a tutti!!

Inserisci un tuo commento:

HTML Comment Box is loading comments...



Top page


____________________
INDICAZIONI
FOTOGRAFICHE


fig.1


fig.2


fig.3


fig.4


fig.5


fig.6


fig.7


fig.8


fig.9


fig.10


fig.11


fig.12


fig.13

____________________