Sebino Tour
off-road

I vecchi sogni erano bei sogni.
Non si sono avverati, comunque li ho avuti.
Dal film: i ponti di Madison County

La traversata del lago di Iseo in tutta la sua lunghezza non percorrendo la “solita” litoranea ma cavalcando le meravigliose montagne tra Sarnico e Lovere sulla sponda bergamasca del lago di Iseo.
Un percorso MTB poco frequentato ma unico ed eccezionale con panorami eccezionali.

Partiti dalla riva del lago a Sarnico iniziamo ad addentrarci nella valle in direzione croce di Predore e successivamente le pendici del monte Bronzone, si prosegue nel bosco su single track per colle Dedine e Martinazzo.
Dopo una lunga traversa si scende a Fonteno e Solto Collina per poi risalire per San Defendente.
Terminiamo il percorso in costa sul panoramico sentiero per raggiungere Lovere, punto di arrivo della cavalcata.
l’itinerario percorre per buona parte la TPC Trans padana Centrale, alcuni tratti del sentiero Flavio Tasca ed il sentiero agrituristico del lago di Iseo.
Percorso in gran parte su serrate e sentieri battuti con viste uniche sul lago di Iseo, consigliato!


Percorso ADATTO per E-BIKE ma ...    siate parsimoniosi con l'aiuto perchè il giro è lungo, tenete conto del ritorno Lovere - Sarnico.


Luoghi attraversati: Sarnico, Viadanica, Colognola, Giogo, Val Grande, Lerano, Corno Buco, Croce di Predore, colle di Oregi, Gombo Basso, Gombo Alto, colle Dedine, colle Martinazzo, Sella, colle Cargadura, punta del Bert, Fonteno, riva di Solto, Slto Collina, Esmate, San Defendente, sentiero naturalistico del lago di Iseo, Castro, Lovere.

distanza: 62km

dislivello: 2000mt

difficoltà: alta

  vedi tutti i dati
Luogo partenza-arrivo
Sarnico-Lovere
Distanza
62 Km
Altitudine
minima: 185 mt - massima: 1189 mt
Dislivello:
2000 metri
Durata:
6-7 ore
Difficoltà:
alta
Tecnica:
medio-bassa
Ciclabilità:
salita 93%, discesa 100%
Fondo:
asfalto 70%, sterrato 20%, sentiero 10%
Percorribilità:
tutto l'anno
bike consigliata:
bike front-suspended, bike full-suspended
Sentieri percorsi:
adatta ad EBIKE:
SI
EBIKE - consumo batteria:
alto
EBIKE - lunghezza salite:
21 Km
EBIKE - difficoltà discesa:
basso-medio
  istruzioni d'uso mappa interattiva

descrizione dettagliata

La località di partenza e arrivo si trova a Sarnico , per le indicazioni vai alla sezione COME ARRIVARE

Sarnico – croce di Predore:

Lasciata l'auto nel parcheggio, consiglio di fare una breve puntatina alla riva del lago per un veloce caffè prima della partenza.
Ritornati al parcheggio andiamo verso la provinciale, alla rotonda andiamo a destra e raggiunta la seconda rotonda del cimitero torniamo indietro per 30 metri per prendere la strada a destra lontani dal traffico (Via Cerro) PIC.1 PIC.2.
Superate le case proseguiamo lungo la stretta stradina tra due alti muri, teniamo la destra PIC.3 ed iniziamo a salire su via Rocca a destra PIC.4 percorrendo successivamente un breve tratto di sentiero PIC.5, prima nel bosco poi nel prato e raggiugere nuovamente l'asfalto dove poco piu avanti ci porta sulla strada SP80 che sale la valle.
Raggiunto il piazzale della chiesa di Viadanica proseguiamo sempre diritti lungo la strada (SP80) che sale la bellissima valle Maggiore e raggiunge Colognola, Giogo ed infine Lerano dove termina la strada carrozzabile.
Proseguiamo sulla cementata oltre il piccolo parcheggio PIC.6 che sale a zig-zag lungo i prati e alcune case con vista sulla valle maggiore.
Al terzo tornante lasciamo la strada PIC.7 e prendiamo il sentiero in salita che sale tra il bosco ed il prato e raggiunge la croce di Predore, punto panoramico sul basso Sebino.

e-bike:

Se siete in sella ad una e-bike, per raggiungere la croce dovrete spingere molto meno la bici grazie all'aiuto del motore. Se non volte spingerla in ogni modo, potete evitare la puntata alla croce di Predore proseguendo sulla strada al tornante PIC.7 fino al successivo tornante dove si entra nell'area del capanno descritto nel prossimo capitolo

sebino-tour - valle seriana bike

salita lerano

croce di Predore – Gombo alto:

Scendiamo dall’altro lato verso la baita “prato chiericoPIC.8 e poi risalire fino al tornante dove lasciamo la strada per girare intorno ad un capanno di caccia dietro il quale troviamo due sentieri, il primo è la direttissima verso la cima del Bronzone, noi prendiamo il secondo a destra PIC.9 che sale nel bosco e raggiunge una radura, ai cartelli segnaletici scendiamo a sinistra PIC.10, passando a fianco di un’area recintata con un altro capanno entriamo nel bosco gettandoci in discesa verso il tornante della strada sterrata che proviene dalla valle di Rino.
Proseguiamo a sinistra sulla dura salita sterrata abbastanza smossa, quindi difficile da fare tutto in sella, nessun problema, spingiamo la bike per circa 500 metri.
Dopo una erta cementata la strada spiana per poi scende lievemente e raggiunta la baita Gombo basso riprende a salire in maniera decisa e terminare dopo tre tornanti al rifugio Gombo alto

Gombo alto – Colle Martinazzo:

Prima di proseguire verso il colle Dedine, se lo desideriamo, possiamo salire alla campana del Monte Bronzone, in questo caso bisogna spingere la bike per circa 15 minuti per raggiungere la cima e la enorme campana a 1334 metri di altitudine e poi ridiscendere ancora al rifugio (totale 30 minuti circa)

Dal rifugio torniamo indietro sullo sterrato per pochi metri e poi deviare a sinistra sul sentiero segnalato (vedi foto segnali) PIC.11, questo lungo sentiero, che conduce a colle Martinazzo, è pedalabile al 60% ma comunque piacevole da fare perché si inoltra in una maestosa pineta e non presenta difficoltà tecniche particolari.
Dopo un passaggio tra le rocce, al bivio svoltiamo a destra PIC.12 seguendo i bollini gialli che qualcuno provvidenzialmente ha lasciato.
Ancora una breve discesa tra le rocce poco pedalabile e poi il sentiero diventa più dolce ma comunque non totalmente fattibile in sella a causa di alcune rocce, radici e strettoie facilmente superabili accompagnando la bike.
Il sentiero a tratti è poco riconoscibile ma i bolli gialli da seguire aiutano ad orientarci molto facilmente (grazie a chi li ha messi). Arrivato alla radura del Colle Dedine attraversiamo un'altra area di caccia per poi a sinistra prendere il sentiero tra due filari di piante che scende fino ai prati di colle Martinazzo PIC.13.

sebino-tour - valle seriana bike

In direzione monte Bronzone

Colle Martinazzo – Fonteno:

Superato il prato riprendiamo a salire sulla strada sterrata di fronte, percorsi due tornanti cementati, dopo circa 300 metri, arriviamo ad uno spiazzo sterrato con a destra una casa (località Sella) da qua proseguiamo a destra PIC.14 sulla sterrata e poi nel prato a destra PIC.15 per poi scendere verso il capanno e successivamente alla baita che vediamo sotto.
Proseguiamo sulla la traccia abbandonando la sterrata e salendo sul sentiero PIC.16 al termine del quale ci riallacciamo ad un'altra sterrata PIC.17 che raggira un promontorio tenendo ai bivi sempre la sterrata principale PIC.18.
Raggiunta una casa e dopo una breve salita scendiamo a sinistra PIC.19 per imboccare subito dopo a destra il bellissimo sentiero a tratti tecnico ma fattibile in sella che scende verso la valle PIC.20 ritornati su asfalto proseguiamo diritti PIC.21, attraversiamo un ponte ed iniziamo a salire decisamente fino alle case di Fonteno.

sebino-tour - percorso MTB

rifugo Gombo Alto

Fonteno – San Defendente:

Entriamo nel centro, andiamo a destra PIC.22 e lo attraversiamo raggiungendo lo spiazzo dove poco prima teniamo la strada alta a sinistra PIC.23 che passa sopra la chiesa.
La strada diventa sterrata con vista lago eccezionale e passa a fianco della panchina gigante posizionata in un punto panoramico sul lago.
Proseguiamo sulla sterrata fino alla strada e andiamo a sinistra PIC.24 sulla provinciale 77 per 50 metri per andare a destra PIC.25 su la stretta via Sales fino a raggiungere la chiesina di San Rocco e sant'Antonio Abate dove andiamo a sinistra PIC.26 e poi in salita a destra PIC.27 per raggiungere la rotonda di nuovo sulla provinciale 77. Ora prendiamo la senconda uscita seguendo le indicazioni Esmate – Cerrete PIC.28 ignorando tutte le deviazioni e proseguendo sempre in salita fino ad entrare nell cnetro abitato di Esmate dove andiamo a destra PIC.29.
Quando la strada inizia a scendere, svoltiamo a destra PIC.30 e dopo 400 metri saliamo a sinistra PIC.31 sulla sterrata che porta alla chiesa di San Defendente, ennesimo punto super panoramico sul lago e le montagne circostanti.

sebino-tour - bergamo MTB

San Defendente

San Defendente - Lovere:

Ritorniamo alla sterrata proseguendo a destra, al successivo incrocio andiamo a destra PIC.32 e scendiamo decisamente verso il lago intersecando il sentiero 565 che percorriamo in direzione nord.
Poco piu avanti facciamo un tratto veramente bello e panoramico per poi ritornare nel bosco su un largo sentiero in parte ciottolato, ai successivi due incroci di sentieri proseguiamo a destra PIC.33 PIC.34 e alla santella a sinistra PIC.35 per andare su strada.
Andiamo a destra PIC.36 e alla rotonda prendiamo la senconda uscita PIC.37 per affrontare l’ultima salita al passo San Maurizio, raggiungere la chiesa dei Frati e tenere la destra scendendo dalla gradinata PIC.38 al termine della quale proseguiamo diritti e poi scendiamo a destra verso la riva del lago “perdendoci” nei vicoli di Lovere, uno dei borghi più belli d’Italia.
Raggiungiamo la piazza centrale, sempre viva e attiva PIC.39.
Gustiamoci un caffè in uno dei bar presenti prima di affrontare il ritorno a Sarnico seguendo la litoranea sul lago affascinante quanto i sentieri montani appena percorsi, 26 km e raggiungiamo il punto di partenza e termine di questo itinerario entusiasmante e panoramico. Da rifare!

sebino-tour - Bergamo MTB

Piazza Lovere

Iscrivetevi al gruppo facebook valleserianabike.it e raccontate le vostre esperienze tra amici, oppure scrivete un vostro commento a fondo pagina, grazie!


sebino-tour

panoramico tour sulle montagne del lago di Iseo

guarda il video

visita il nostro canale youtube

come arrivare

   In auto:

Autostrada A4 Milano-Venezia, uscita Ponte Oglio, allo stop a sinistra e raggiunto Tagliuno a destra in direzione Sarnico. Percorriamo la provinciale SP91 per 4,5Km,si prosegue in discesa per 1km verso l'abitato di Sarnico e alla prima rotonda andiamo a destra dove troviamo i parcheggi gratuiti intorno al campo sportivo Bortolotti (via donatori di sangue e via Olimpia).

NB: clicca sull'immagine per ingrandire

percorsi in zona:


HTML Comment Box is loading comments...