______________________
galleria fotografica

galleria fotografica
______________________
altimetria


______________________
traccia gps

traccia GPS
DOWNLOAD TRACCIA
kml - gpx - tcx
istruzioni d'uso
traccia GPS
______________________
garmin
carica il percorso sul tuo GARMIN  QUA
istruzioni d'uso
Garmin connect
______________________
roadbook fotografico

roadbook fotografico
istruzioni d'uso
roadbook fotografico
______________________
immagini satellitari


Sat.1


Sat.2


Sat.3


Sat.4


Sat.5
______________________




<- PRECEDENTE [ 35 ] SUCCESSIVO ->
 
La bicicletta somiglia, più che ad ogni altra macchina, all'aeroplano: essa riduce al minimo il contatto con la terra, e soltanto la sua umiltà le impedisce di volare.  
Mauro Parrini, A mani alzate, 2009
 

SELVINO - MONTE POIETO - VAL VERTOVA

 

Un percorso classico per la MTB, tanta bella salita, anche tecnica ed una discesa divertente e difficile quanto basta. Tragitto tecnicamente completo a chi piace inerpicarsi nei boschi.

 
panorama da Aviatico
  

Descrizione del percorso:


La salita è la classica Nembro-Selvino insieme a tanti altri ciclisti che supereremo o che ci supereranno, dopo l’attraversata del centro di Selvino saliamo al monte Poieto, poi inizia la lunga discesa per Vertova sfiorando Orezzo e la val Vertova.

  


Visualizza Selvino-Poieto-ValVertova in una mappa di dimensioni maggiori

SCHEDA:
Distanza:
Altitudine:
Dislivello:
Durata:
Difficoltà:
Tecnica:
Ciclabilità
Fondo:
Percorribilità:
Sentieri:
49,4 Km 
min: 270; max: 1322 metri slm.
1200 metri
4,5 ore 
media-alta
media
salita 98%, discesa 90%
asfalto 35%, cemento 5%, sterrato 30%, s.track 30%
sempre
CAI 535, 525, 523, 527
   

Indicazioni percorso:

Si parte dal campo base di Ranica, e percorriamo la pista ciclabile valle Seriana fino a Nembro, 8 km di bello sterrato in riva al fiume Serio, ottimi come riscaldamento prima della lunga salita. Arrivati all’altezza della Esselunga di Nembro, saliamo in via acqua dei buoi fino alla rotonda con la fontana, svoltiamo alla seconda uscita e ci dirigiamo nell’abitato storico di Nembro attraversando l’antica via acciottolata. 

Al termine della lunga via, poco prima di piazzale Roma svoltiamo a sinistra e ci colleghiamo subito alla strada Nembro-Selvino all’altezza dell’oratorio.

 
PANORAMA DA AVIATICO
 

La salita:

La salita non è particolarmente impegnativa ma è lunga 12 km con 20 tornanti, arrivati in cima, dopo le prime case, svoltiamo a destra e superiamo la fontana, punto di ritrovo per tanti ciclisti e proseguiamo per corso Camozzi e poi sempre diritti per corso Milano, attraversiamo il centro per viale monte Rosa, piazza Europa e proseguiamo diritti sulla dura salita che porta ad Aviatico.

Alla piccola rotonda proseguiamo diritti (fig.1) e superata la stazione della bidonvia che porta al monte Poieto, punto più alto del nostro percorso, proseguiamo a destra (fig.2) verso la chiesa di Aviatico e poco prima saliamo a destra (fig.3) in via monte Alben. La strada in salita dopo tre tornanti diventa una cementata piuttosto ripida e velocemente ci porta alla forca di Aviatico dove si trova una pozza d’acqua.  

   

Giriamo intorno alla pozza (fig.4) e proseguiamo sulla sterrata che prosegue in piano per circa un chilometro, al bivio proseguiamo a destra (fig.5) in salita seguendo le indicazioni ca de spi. 

Superata una radura proseguiamo sempre diritti , al bivio non seguiamo il sentiero CAI 525 che scende a sinistra ma teniamo la destra (fig.6) verso il prato e poi ancora a destra(fig.7) lungo un breve sentiero da fare con la bici a spinta che attraversa il prato e dopo essere ritornati nel bosco si allaccia ad una sterrata, andiamo a destra fino aver raggiunto una radura, giriamo a sinistra di 180° (fig.8) (fig.8a) e pedaliamo fino a raggiungere la vecchia sciovia oramai in disuso da decenni, poco più avanti si arriva al ristorante e punto di arrivo della bidonvia incontrata precedentemente.

 
panorama
PANORAMA SULL'ALPE ARERA E PRESOLANA
 

La discesa:

Dal lato sud del ristorante troviamo il sentiero CAI 523 (fig.9) che scende pochi metri a destra e parallelo allo skilift abbandonato percorrendo un ampio prato (fig.10), svoltiamo a destra (fig.11) e giunti alla base dello skilift prendiamo il sentiero a sinistra (fig.12) che poco più avanti passa a fianco della ca de spi per poi sbucare in una sterrata. 

Saliamo a destra (fig.13) sulla sterrata per pochi metri fino a raggiungere un gruppo di case, andiamo a destra (fig.14) e dopo 10 metri, quando la carrareccia svolta a destra scendiamo dal sentiero che troviamo a sinistra in mezzo a due case (fig.15). 

All’inizio in sentiero è stretto in mezzo ai prati, poi diventa una bella e tecnica mulattiera nei boschi. Più avanti la mulattiera si allaccia ad una sterrata (fig.16), si prosegue in discesa per 500 m circa (fig.17) per poi salire lungo il sentiero che troviamo a sinistra (fig.18), scolliniamo fino a raggiungere la località di Oschiolo. 

Facciamo pochi metri di discesa su asfalto e subito dopo il tornante prendiamo la mulattiera a gradoni a sinistra (fig.19) che più avanti raggiunge una tribulina, saliamo a sinistra (fig.20) fino a raggiungere il borgo di Dossello.

 
abbeveratoio
ABBEVERATOIO
trasporto DH
TRASPORTO DH
   
Dopo la scalinata svoltiamo a sinistra (fig.21) e proseguiamo lungo un ampio sentiero leggermente in discesa in mezzo ai campi, superata una chiesina si prosegue su sentiero basso (fig.22) che rientra nel bosco e dopo circa 1 km il sentiero si allaccia alla sterrata appena sotto l’ingresso del campo scout, proseguiamo in discesa lungo la sterrata (fig.23), più avanti giriamo a destra (fig.24) e proseguiamo sulla carrareccia. 
 
panorama dal monte Poieto
PANORAMA VALGANDINO DAL MONTE POIETO
 

Percorriamo la sterrata per circa 1 km e svoltiamo a sinistra lungo il sentiero (fig.25) (attenzione a non superarlo) che dopo alcuni tornanti ed un tratto a meza costa raggiunge il torrente valvertova che guadiamo. Raggiunta l’altra sponda saliamo verso la strada ed andiamo a destra (fig.26), percorriamo la strada per circa 2 km fino a raggiungere il paese di Vertova, sempre diritti fino a giungere allo stop, svoltiamo a sinistra e dopo la rotonda prendiamo la strada che corre prallela sula destra del canale , dopo 350 metri a destra e dopo il sottopasso ancora a destra dove imbocchiamo la ciclabile della Valle Seriana. 

Percorsi 20 km circa di bellissima ciclabile raggiungiamo il campo base di Ranica. 

__________________________________________________________________
VIDEO "THE LAST RIDE OF THE YEAR"
Girato lungo il percosro descritto, da vedere!

video valleserianabike the last ride of the year

the last ride of the year, tributo alle Orobie
__________________________________________________________________
Lasciate un commento qua sotto, iscrivetevi al gruppo Facebook ValleSerianaBike e raccontateci la vostra esperienza oppure scriveteci alla mail che trovate in fondo alla pagina.
Grazie!

Buon divertimento!
__________________________________________________________________

Inserisci un tuo commento:

HTML Comment Box is loading comments...



Top page


______________________
indicazioni fotografiche


fig.1


fig.2


fig.3


fig.4


fig.5


fig.6


fig.7


fig.8


fig.9


fig.10


fig.11


fig.12


fig.13


fig.14


fig.15


fig.16


fig.17


fig.18


fig.19


fig.20


fig.21


fig.22


fig.23


fig.24


fig.25


fig.26
 

_____________________