SELVINO - RIGOSA - ALBINO

L'invincibile non è quello che vince sempre
Ma quello che anche se perde non è vinto mai
(Lorenzo Cherubini, in arte Jovanotti)

Un percorso non particolarmente lungo ma intenso che vi metterà alla prova sia in salita che in discesa quanto basta. Perfetto per uscite serali quando il sole ramonta tardi o nelle domeniche mattina.
Il percorso è “personalizzabile” con tre varianti: corto, medio o lungo.

PERCORSO CORTO: Selvino - valle Albinia

(km: 29, tempo: 2 ore, difficoltà: media-bassa)
Dopo il trasferimento su pista ciclabile da Ranica a Nembro si sale a Selvino lungo la SP 36 che dopo 12 km e 20 tornanti ci porta a Selvino. Si attraversa il paese e raggiunto il lato opposto in piazza Europa, si scende lungo il tecnico sentiero della valle Albinia.
Giunti su asfalto si prosegue sempre in discesa fino ad arrivare ad Albino, da qua si imbocca la “superstrada dei ciclisti” che ci riporta al punto di partenza.

PERCORSO MEDIO: Selvino – Valle Albinia – Bondo Petello

(km: 31, tempo: 2,5 ore difficoltà: media)
Dopo il trasferimento su pista ciclabile da Ranica a Nembro si sale a Selvino ( 12 km e 20 tornanti).
Si attraversa il paese e raggiunto il lato opposto in piazza Europa, si scende lungo il tecnico sentiero della valle Albinia.
Tornati su asfalto si devia a sinistra e si percorre un sentiero che rimane tra i boschi per poi scendere al paese di Bondo Petello, da qui si va ad Albino per riprendere la pista ciclabile fino a Ranica.

PERCORSO LUNGO: Selvino - Perello - Rigosa - Selvino – Valle Albinia – Bondo Petello

(km: 43, tempo: 3-4 ore, difficoltà: media-alta)
Percorsa la ciclabile da Ranica a Nembro, si sale a Selvino. Si prosegue in salita fino le antenne sopra Salmeggia e poi in discesa fino ala Passata e successivamente al santuario del Perello dove un largo e veloce sentiero ci porta fin sotto Rigosa.
Da Rigosa si risale a Selvino e una volta scollinati si scende lungo il tecnico sentiero della valle Albinia.
Tornati su asfalto si devia a sinistra e si percorre un sentiero che rimane tra i boschi per poi scendere al paese di Bondo petello, da qui si va ad Albino per riprendere la pista ciclabile fino a Ranica.

distanza: 43km

dislivello: 1300mt

ciclabilità: 99%

difficoltà: medio-alta

  vedi tutti i dati
Distanza
43 Km
Altitudine
minima: 272 mt - massima: 1104 mt
Dislivello:
1300 metri
Durata:
3-4 ore
Difficoltà:
medio-alta
Tecnica:
bassa
Ciclabilità:
salita 100%, discesa 97%
Fondo:
asfalto 70%, sterrato 5%, sentiero 25%
Percorribilità:
tutto l'anno
Sentieri:
CAI 535, 531, 514, 550

mappa google maps

mappa interattiva
visualizza in google maps

immagine satellitare 3D

mappa satellitare 3D

altimetria

altimetria percorso

descrizione dettagliata percorso

Luogo di partenza e arrivo si trova al il campo base di Ranica , per vedere il luogo di partenza CLICCA QUA

1) Ranica - Selvino

Partendo dal campo base di Ranica, alla rotonda proseguiamo diritti in lieve discesa verso la la località la Patta, superata la ferrovia del tram delle valli (in prossimità della fermata di Ranica) troviamo sul marciapiede la pista ciclabile della valle Seriana che percorriamo seguendo le indicazioni per Alzano - Cene.
Giunti ad Alzano Lombardo proseguiamo verso le piscine, il campo di tiro ed infine l’esselunga di Nembro , superato il supermercato svoltiamo a sinistra fino ad arrivare alla rotonda con la fontana “Nembrum” di Viana, prendiamo la seconda uscita e ci addentriamo nel centro storico di Nembro, dopo circa 1,5 km ci troviamo in piazza Umberto I di fronte alla chiesa parrocchiale, svoltiamo a sinistra ed alla rotonda prendiamo la strada che sale con le indicazioni Selvino.
La SP 36 è una salita ampia ed asfaltata lunga 12 Km con 20 tornanti che ci porta fino a Selvino. Inizialmente abbastanza ripida, poi, raggiunta la frazione San Vito, dove troviamo una bella chiesina, la salita diventa più agile ma senza un attimo di tregua.

La salita si trova tutta al sole, attenzione alle giornate calde. Evitate inoltre questa strada nelle ore centrali durante le festività e nei week-end estivi, è un viavai di automobili abbastanza fastidioso...

Raggiunte le prime case, abbiamo la scelta dei percorsi lungo, medio o corto.
Se desiderate fare il percorso lungo proseguite la lettura qua sotto dal capitolo 2) Miragolo-Perello-Rigosa-Selvino.
Per il percorso medio e corto svoltate a destra in via Camozzi PIC.1A e proseguite sull’asfalto, attraversate il paese di Selvino e leggete il capitolo 4) Selvino Albino.

Selvino - Rigosa - Albino - valle seriana bike

Fomtama dei ciclisti alle porte di Selvino

2) Miragolo-Perello-Rigosa-Selvino.

Proseguiamo diritti lungo la provinciale 36 PIC.1B, dopo aver scollinato, svoltiamo a sinistra in via Salmeggia PIC.2 dove dopo una breve discesa comincia a risalire alla frazione omonima.
Da questo punto abbiamo due possibilità per raggiungere il santuario del Perello: via sentiero 2A) o via asfalto 2B):

2A) variante Selvino - Perello via sentiero:

La strada scende e poco dopo riprende a salire, poco dopo troviamo a destra la partenza del sentiero ben segnalato che porta al santuario, all’inizio in discesa poi superata una valletta in lieve salita fattibile in sella esclusi un paio di passaggi con dei lievi salti.
Dopo 2 chilometri circa di sentiero raggiungiamo il bellissimo santuario del Perello.

2B) variante Selvino – Perello via asfalto:

Dopo un breve tratto in discesa, riprende la salita piuttosto tosta e dura ( calcoliamo che abbiamo alle spalle la salita di Selvino...), si sale fino a scollinare in un piccolo canyon di rocce, poco sotto le antenne PIC.3 , proseguiamo diritti PIC.4 (a sinistra si scende a Salmeggia), la strada continua a salire per ancora qualche centinaio di metri poi spiana, da qua abbiamo una visione globale dell’altopiano di selvino-Aviatico con una moderna tribulina di marmo e vetro molto suggestiva.
Ora la strada comincia a scendere e dopo qualche tornante ci troviamo al ristorante della località la Passata, a destra parte la strada che porta al santuario PIC.5A.

Variante di Miragolo: Se desiderate ed avete tempo, potete fare una puntatina a Miragolo percorrendo la breve e veloce mulattiera a sinistra tra la cappella ed il bar ristornate PIC.5B, non si può sbagliare, la bella e divertente mulattiera con diversi saliscendi ci porta velocemente all’abitato di Miragolo per poi tornare alla passata percorrendola a ritroso (20-30 minuti in tutto).

Per andare a Perello prendiamo la discesa a destra di fronte al ristorante, la strada a fondo chiuso scende e dopo i primi parcheggi per i pellegrini prendiamo la scalinata con la via crucis a sinistra PIC.6 ma solo se non c’è molta gente altrimenti proseguite sulla strada.
Siamo giunti al santuario, molto caratteristico ed isolato in mezzo ai boschi.

Selvino - Rigosa - Albino - valle seriana bike

la Madonna di Salmezza

3) Perello – Rigosa - Selvino:

Sul lato opposto all’ingresso della chiesa, dove arriva la strada asfaltata, troviamo a sinistra dietro a delle ringhiere l’imbocco del sentiero segnato che scende a Rigosa PIC.7.
Il sentiero è largo, scorrevole e ben tenuto, come è ben tenuto anche il bosco adiacente probabilmente un privato mantiene questo sentiero, a questa persona a me sconosciuta va tutta la mia ammirazione e ringraziamento.
Fate attenzione ai tronchi posizionati di traverso che servono a far scolare l’acqua all’esterno del sentiero, alcuni sono piuttosto pronunciati e scivolosi.
La discesa scorrevole verso il termine passa a fianco di alcune case, mantenete la sterrata principale PIC.8 fino a raggiungere un ponte che sbuca sull’asfalto dove svoltiamo a destra PIC.9 e cominciamo a salire di nuovo verso Rigosa e poi Selvino, questa è la strada che dalla val Serina sale a Selvino.
La salita non è dura come la Nembro-Selvino fatta poco fa, ma comunque lunga 6,2 km e 350 metri di dislivello.
Raggiunte le prime case di Selvino proseguiamo sempre diritti fino a raggiungere la centralissima piazza Europa, quindi svoltiamo a destra per pochi metri PIC.10.

Selvino - Rigosa - Albino - percorso MTB

L'altopiano di Selvino - Aviatico

4) Selvino - Albino:

Arrivati in piazza Europa, scendiamo tra il panettiere ed il negozio sportivo, a ridosso della congiunzione delle due vie a senso unico PIC.11A, (PIC.11B per il percorso corto) scendiamo lungo la strada e dopo 5 tornanti, quando l’asfalto finisce, imbocchiamo il sentiero di fronte a noi che passa alla sinistra di una casa PIC.12.
Il sentiero è un mix di mulattiera, sterrato e sassi smossi, fino alla chiesina è abbastanza semplice, poi diventa un poco impegnativo soprattutto perché il fondo è fatto di sassi smossi anche piuttosto grossi, quindi in un paio di passaggi sarà necessario scendere dalla sella.
Arrivati ad un ponticello che attraversa il torrente il sentiero cambia faccia e diventa largo e pulito, principalmente in acciottolato.
Anche questo tratto è divertente con gradini, tornanti e piuttosto veloce però FATE MOLTA ATTENZIONE AI PASSANTI, rallentate, lasciate passare e siate gentili con gli escursionisti a piedi. Dopo diversi tornanti, traverse saltelli e erte discese arriviamo su una cementata, svoltiamo a sinistra PIC.13 in discesa e proseguiamo per circa 100 metri, quando ci troviamo in una strettoia con a destra una bella casa possiamo decidere se allungare il percorso oppure tornare a casa diretti:

4A) variante breve:

Proseguiamo sempre diritti, passiamo sotto l’arco della chiesa della Madonna della neve e proseguiamo in discesa, al bivio teniamo la sinistra e dopo due tornanti allo stop a destra, passiamo a fianco della funivia che porta a Selvino e andiamo sempre diritti fino a raggiungere la rotonda sulla ex SP35 vicino al cotonificio Honnegger.
Da qui percorriamo un breve tratto di strada verso Nembro fino alla successiva rotonda in prossimità al the dome, svoltiamo a sinistra e andiamo verso il fiume Serio ed il ponte pedonale che ci porta sulla BiGiciclo, andiamo a destra e dopo 8 km di pista ciclabile arriviamo al punto di partenza, Ranica.

4B) Variante lunga (altri 3km di sentiero):

Di fronte alla casa, a sinistra, prendiamo che entra nel bosco PIC.14.
Si scende e si guada un torrente, poi il sentiero sale lievemente e dopo alcuni passaggi tecnici arriva ad un bivio PIC.15, teniamo la destra e proseguiamo a ridosso di una recinzione di una casa per poi sbucare sull’asfalto in zona “le trote” PIC.16, andiamo diritti in salita fino al termine della strada dove si trova un ristorante.
Poco prima del piazzale del ristorante andiamo in salita sul sentiero a sinistra PIC.17, dopo 200 metri di salita il sentiero prosegue a mezza costa, attraversa il torrente su un ponte di cemento e risale nuovamente PIC.18 fino ad allacciarsi ad una sterrata, dopo 30 metri prendiamo il sentiero a destra PIC.19 ed al successivo bivio a destra PIC.20 lungo un sentiero/scolo delle acque ed infine su asfalto.
Andiamo a sinistra PIC.21 e successivamente a destra in discesa fino al parcheggio a ridosso del paese di Bondo Petello. Svoltiamo a sinistra entrando nel paese e dopo 100 metri a destra sempre diritti in discesa fino a giungere sotto il campanile della chiesa di Albino, a sinistra prendiamo l’antichissima strada acciottolata PIC.22 che attraversa il fiume su un antico ponte, dopodiché risaliamo sull’asfalto, proseguiamo diritti ed al terzo semaforo andiamo sinistra in direzione Casale-Fiobbio dove dopo 100 metri prendiamo la pista ciclabile della valle Seriana, la nostra superstrada della valle che ci porta ai piedi dei nostri itinerari fuoristrada preferiti….
Ripercorriamo la ciclabile in direzione Bergamo per circa 10 chilometri e velocemente raggiungiamo il punto di partenza.

Selvino - Rigosa - Albino - bergamo MTB

Santuario di Perello

Come raggiungere il punto di partenza:

Autostrada A4 Milano-Venezia, uscita Bergamo. Alla Rotonda dopo il casello prendere la seconda uscita con indicazioni Valle Seriana - Alzan L., passare il cavalcavia e dopo 1 Km tenere la destra salendo sul cavalcavia (indicazioni Val Seriana - Torre Boldone). Giunti al semaforo proseguire diritti e uscire al secondo svincolo con indicazione Ranica - Gorle.
Allo stop a destra, proseguire diritti e alla rotonda a diritti dove sulla sinistra troviamo il parcheggio di via Zopfi, campo base di Ranica.

NB: clicca sull'immagine per ingrandire


Consigli utili:

Desideriamo rammentare che il sentiero che da Selvino a Perello è interdetto alle bici, nei giorni di grande affluenza di escursionisti o pellegrini che vanno al santuario, si consiglia di fare la variante su strada.
Prestate molta attenzione percorrendo il sentiero della valle Albinia, è molto frequentato dalle persone a piedi, pare che il sentiero sia vietato alla circolazione alle biciclette (probabilmente a causa di pochi ... che non rispettano le buone regole del vivere in società...).
Come descritto nelle note legali del sito, percorrere gli itinerari ed ignorare i divieti è totalmente a vostra scelta, rischio e decisione.

Link utili:

Info Selvino:

Potete trovare notizie interessati sul sito del comune link

Turismo Selvino:

Pagina facebook dove potete trovare info turistiche link

I nostri percorsi sul portale di promozione turistica di Selvino:

Una collaborazione con il comune per la pubblicazione di sei percorsi per la MTB: altopianoselvinoaviatico.it

Minimarcia di Selvino:

Manifestazione dedicata ai più piccoli ma gradita anche ai grandi, una passeggiata non competitiva lungo le vie del paese con giochi, personaggi e tanta allegria, si svolge tutti gli anni ad Agosto, per info link


agriturismo la corna

Una volta raggiunta la Zona del santuario del Perello potete fare una sosta presso l'agriturismo "la corna" nella frazione di Sambusita facilmente raggiungibile da Miragolo o proseguendo diritti dallo svincolo sopra il santuario. Potete assaggiare la merenda del contadino oppure sedervi tranquilli e gustarvi il menu del biker ad un prezzo speciale riservato ai lettori di Valleserianabike.
Per maggiori informazioni: agriturismolacorna.it


Widget is loading comments...